sabato 4 marzo 2017

Serenità e tranquillità : ecco cosa cerca un senzatetto

Sono quasi tre anni che percepisco la pensione di invalidità . Pochi spiccioli mensili che però mi aiutano nel quotidiano, e che riescono a fare percepire anche a me il piacere della vita, coltivando ciò che altri chiamano "passioni e vizzi". L'ho ricevuta dopo sei anni di vita da strada, dopo che mi hanno diagnosticato la schizofrenia paranoidea e il disturbo bipolare. Negli anni trascorsi per strada ho avuto la possibilità di percepirmi, di ascoltare, osservare e in seguito capire ( tramite le emozioni e le sensazioni e solo dopo con la mente ) me stesso . Mi sono così accorto ( svegliandomi dal sonno che il sistema in cui viviamo ci assoggetta ) che ciò che in verità cercavo era la serenità e la tranquillità della mia anima, ma anche della mia mente. Pace. Ho capito che la vita è una e l'ho capito veramente, senza sotterfugi, senza ombre nascoste del mio falso "io" ma con la consapevolezza del mio Sé. Oggi posso dire concretamente che è questo a cui aspiro per il mio futuro, che sarà sicuramente più roseo se saprò accettare questa predisposizione che sinceramente reputo l'abbiano tutti. Sono un senzatetto, ok, ma questo non vuol dire che debba essere sempre triste, afflitto, scoraggiato dal modo in cui vivo. Questi sono stereotipi, come quelli che ci vogliono maleodoranti, alla stazione o a dormire su una panchina, magari con diversi chili di troppo o magri magri, a seconda dalla nostra idea, o meglio, da quello che la società vuole che crediamo. La pace interiore. Dovrebbe essere la massima aspirazione e felicità di tutti, non solo di chi a soldi ( anche pochi ) e zero problemi. Serenità e tranquillità 😇 ... che bellezza. Come sto bene 😊 ... Zero invidia per chi corre e non assapora VERAMENTE un pasto preparato con Amore, per chi pensa ancor ' oggi che il "successo" faccia la "felicità" o per chi non riesce a stare in silenzio, svuotare la mente da pensieri inutili e sentire l'energia vitale dell'Universo che scorre dentro sé. Ragazze e ragazzi, fermatevi un attimo : non pensate alla "direzione" della vostra vita, se l'avete scelta e decisa voi oppure no ... Non pensate. Ascoltate. C'è qualcuno che vi parla : siete voi stessi . Buona giornata 🙋 .

0 Commenti:

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page