domenica 17 dicembre 2017

Freddo : punto e luoghi della situazione invernale attuale

E' arrivato. Beh, non posso dire con certezza che ero sicuro che succedesse perchè due anni fa l'inverno prima, parve non venire, poi, di fatto, non venne. Due anni fa lo passai quasi tutto all'aperto, per entrare in seguito sul cassone di un camion in cui passai poi anche l'inverno successivo, quello dell'anno scorso. Lo scorso inverno fu alquanto temibile : venne ai primi di novembre e se ne andò ad aprile. Quest'anno si è presentato a "pizzichi e bocconi" ( un pò alla volta ), altalenando umidità al sole quasi estivo, la pioggia al freddo glaciale di stamane. E' scontato dire che io dormo all'aperto ma - forse ne rimarrete meravigliati e stupiti - non dormo sempre nello stesso luogo. Al momento mi alterno in tre posti, per motivi meteorologici : 1) dietro il gabbiotto dove passo i pomeriggi al suo interno ; qua quando le nottate sono stellate, seppur fredde e non proprio accoglienti. Qui è il posto che preferisco perchè abbastanza sicuro, non devo niente a nessuno e posso coricarmi a che ora voglio. Certo, ci sono i topi, adesso, ma grazie ad una branda che mi hanno regalato ( su mia richiesta, al momento l'unico regalo utile che mi serviva davvero ) posso non averne paura. Mi piace "sonnellinare" qui ( parola inventata ora ora qua da me ) perchè mi sento estremamente libero e non ho alcuna paura che mi portino via niente, tipo scarpe, acqua, sigarette o altro. In più è ad un paio di centinaia di metri dal magazzino in cui scrocco caffè : che volere di più ? 2) sotto un ponte, appena fuori dall'Interporto, a cinque o seicento metri. Là la paura c'è : paura di malintenzionati che possono volere far spregi, drogati, pseudo viandanti malefici. Certo, è situato in un punto in cui uno non passa "per sbaglio", magari per andare in altro luogo perchè accanto al ponte c'è una curva di una tangenziale e dall'altra parte una profonda gora ( un fossato, per intenderci ). Non c'è alcun motivo per passarvici. Qua dormo quando piove perchè nel primo posto non c'è tettoia che possa ripararmi dall'acqua. Il sotto-ponte potrebbe anche piacermi ( di sabato e domenica principalmente , perché ... ) se non fosse che fino alle otto o nove di sera ci fosse un via vai continuo di autoarticolati e macchine e furgoni, ed io non andassi a dormire intorno alle sei ( sono un tipo mattiniero, un pò come le galline ). Infatti la mia "sveglia" non suona come le altre ma "suona" con l'abitudine che ho preso nel tempo : alzarmi intorno alle tre e mezza, quattro del mattino. Quindi, in settimana feriale, cerco di evitare, chiedendo agli ormai famosi camionisti turchi di ospitarmi nel rimorchio di un loro camion ( e questo sarebbe il punto 3) ). Infatti, in un loro cassone, cerco di essere ospitato quando piove, anche qua quando piove. Ad essere sinceri a me dà fastidio chiedere, preferisco il sotto-ponte, ma purtroppo c'è gente che si diverte a fare spregi alla mia bici e forarmela ( proprio come un paio di giorni fa ) e allora cerco di evitare la camminata con branda, sacco a pelo, cibo, acqua e quant'altro, sotto la pioggia, non potendo neanche aprire l'ombrello. Come adesso sapete è bene essere sempre previdenti con i posti per dormire ( ma anche con tutto il resto ), e esiste realmente il bisogno di organizzarsi al meglio, quando si è un senzatetto. Comunque sia vi invito a non preoccuparvi troppo per me perchè un pò di esperienza ce l'ho, so cosa fare e come comportarmi, in diversi casi 😊. Forse la Vita non mi ha sorriso particolarmente ma, a mio modo, cerco io di sorridere ad essa 💞. Alla prossima, e serenità e tranquillità a tutti 🙋💛👍.

0 Commenti:

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page